Giornata aperta. Incontri nel nome del Ronconi e del teatro

30 luglio 2018: A conclusione dell’edizione 2018 della Scuola d’estate, il Centro Teatrale Santacristina ha aperto le porte al pubblico e ad amici, attori, registi, studiosi per una giornata di incontri nel nome di Luca Ronconi e del teatro.

Inizia la giornata Declan Donnellan, che racconta ai tanti spettatori presenti il lavoro con gli attori e gli spettacoli prodotti dai più importanti teatri d’Europa, focalizzandosi sul suo metodo pedagogico.

Per ragionare sull’esperienza di Santacristina, sulla formazione dei giovani attori e il loro inserimento nel mondo del lavoro e su come tenere viva la memoria di Luca Ronconi, Oliviero Ponte di Pino ha coordinato a seguire un incontro con Roberta Carlotto, Francesca Ciocchetti, Giovanni Crippa, Maddalena Crippa, Sara Putignano e Fausto Russo Alesi.

Il pomeriggio è stato dedicato alla biografia ancora inedita di Luca Ronconi, reperita di recente tra le carte del suo Archivio, oggi conservato presso l’Archivio di Stato di Perugia e aperto al pubblico. Frutto di una conversazione tra il regista e Maria Grazia Gregori, Prove di un’autobiografia racconta gli anni dell’infanzia, la formazione all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica e gli esordi da attore, tra successi e sconfitte le prime memorabili regie ed imprese teatrali - dall’Orlando furioso al Laboratorio di Prato -, approfondisce il rapporto con gli attori, racconta di utopici progetti teatrali mai realizzati fino ad arrivare agli anni in cui Ronconi ha diretto il Teatro Stabile di Torino. Il libro, un vero e proprio viaggio attraverso la vita, gli spettacoli e il pensiero di Ronconi, sarà pubblicato a fine anno da Feltrinelli a cura di Giovanni Agosti. L’appuntamento al Centro Teatrale Santacristina, guidato da Agosti, è stato un’anteprima e un’occasione unica per ascoltare Massimo Popolizio che ha letto una selezione delle pagine più significative del volume.

Foto / Bozzetti / Video