L'uccellino azzurro

Foto / Bozzetti / Video


Rassegna Stampa

dal Patalogo 3 (Ubulibri, Milano, 1980) 

per gentile concessione dell'Associazione Ubu per Franco Quadri


Questo Uccellino vola piuttosto basso.
Rita Cirio

Questo Uccellino azzurro ha il volo stanco, è nato così, con qualcosa nell'ala.
Roberto De Monticelli

Ronconi vola o non vola?
«Corriere d'Informazione »

L'Uccellino in mezzo al guado.
«L'Unità »

Il passero sedentario.
«L'Espresso »

Ronconi non vola.
«Corriere della Sera »

L'uccellino azzurro di Maeterlinck, pensato per un pubblico di ragazzi per conto dell'Ater-Emilia Romagna Teatro da Luca Ronconi, il quale applica alla greve parabola didattica le lentezze del suo precedente Schnitzler, perseguendo un duplice omaggio, a Magritte con le scene uscite da un grande libro illustrato e a Wilson con i ritmi della recitazione compiaciuta e onirica. Ma l'esasperazione analitica rende il racconto implacabilmente stagnante, mentre fallisce il tentativo di rovesciare il paternalismo del racconto per farne una specie di Faust alla rovescia. Costretto a lavorare sul palcoscenico. Ronconi rivela la nostalgia per il lavoro sullo spazio che gli è più congeniale e che ormai gli viene imitato anche da compagnie tradizionali.
Franco Quadri